Risultati economici aziendali 2008-2010

L’agricoltura marchigiana è caratterizzata da produzioni a basso valore aggiunto come evidenzia la figura seguente, che confronta alcuni aggregati economici tra Marche e Italia, e pone tutti gli indicatori presi in considerazione al di sotto della media nazionale pari a 100.

Confronto Marche/Italia delle medie triennali 2008-2010 (Italia=100, valori numerici Marche)

 image012

Fonte: nostre elaborazioni su dati INEA, BDR Web

Nel triennio 2008-2010 la PLV media aziendale si è attestata attorno ai 32 mila euro contro i 56 mila della media nazionale. Lo scostamento è imputabile sia ai costi variabili che al reddito netto, mentre il livello dei costi fissi è analogo, segno che non si tratta di un deficit strutturale delle aziende marchigiane, ma di un differente ordinamento produttivo.

Analizzando i valori annuali (Tabella in calce) si nota che il reddito netto medio aziendale si attesta sui 13.000 euro nel 2010, in aumento rispetto al 2008 soprattutto nelle aziende situate nella collina litoranea. Gli oneri legati ai costi fissi (ammortamenti, ecc.) sono in lieve aumento, mentre complessivamente i costi variabili (acquisto di mezzi tecnici) pesano percentualmente nello stesso modo. La crescita dei listini dei mezzi tecnici tra il 2008 e il 2010 riguarda in particolar modo le aziende con allevamento, dove tra i costi variabili la spesa per l’acquisto dei mangimi risulta preponderante. Il valore della produzione mostra un andamento crescente – pari a circa 33.500 euro ad azienda – da attribuirsi all’aumento dei prezzi dei prodotti agricoli sui mercati.

Il confronto tra gli andamenti tendenziali regionali e nazionali segnala, anche per questi indicatori economici, una dinamica contrapposta, con un incremento nelle Marche ed un recupero rispetto alle medie italiane specie in termini reddituali.

Mediamente un ettaro di superficie assicura un valore della produzione di circa 1.900 euro, che scende a meno di 800 euro se si considera il Reddito Netto . La produttività è superiore alla media nelle aziende della collina litoranea (2.351 euro di PLV/ha), dove sono maggiormente diffuse le coltivazioni ortofloricole che registrano valori elevati di redditività sia della terra (22.961 euro PLV/ha) che del fattore lavoro (37.750 euro PLV/UL).

Rispetto al 2008 i fattori terra e lavoro nelle Marche risultano complessivamente in calo in termini produttivi, mentre in termini reddituali sono in aumento. Questo dato è attribuibile ad una maggior intensivizzazione dell’attività produttiva primaria e accessoria (attività connesse), nonché ad una maggior efficienza tecnica legata al fenomeno dell’accorpamento aziendale.

Il valore medio della PLV delle aziendale nel 2010 è pari a circa 33.500 euro, con un trend del 5%. Le aziende con granivori si confermano nel tempo particolarmente redditizie rispetto agli altri ordinamenti, registrando nei tre anni valori di PLV ben al di sopra della media regionale.

Analizzando la composizione del reddito, questa rimane costante nel triennio. La PLV si compone per il 18% di contributi pubblici e del 2% di attività connesse in linea con la situazione nazionale. I costi variabili pesano per circa il 40%, mentre i costi fissi rappresentano circa il 20% della PLV aziendale. A livello nazionale il peso dei costi fissi è mediamente inferiore al dato regionale, attestandosi sul 15% della PLV.

Il peso percentuale maggiore dei contributi si riscontra nelle aziende cerealicole (23%) e in quelle con erbivori (17%), in considerazione dell’orientamento delle politiche comunitarie che hanno sostenuto negli anni questi orientamenti tecnici. Le attività connesse sono maggiormente incidenti nelle aziende non specializzate con allevamento, in quanto meglio riescono a valorizzare i prodotti trasformati aziendali con la vendita diretta in azienda (olio, vino, formaggio).

Il contributo delle attività connesse alla formazione della PLV risulta, nel 2010, maggiormente diffuso nelle aziende medio-piccole e molto limitatamente in quelle di grandi dimensioni. Probabilmente quest’ultime non trovano una convenienza economica nell’integrare il reddito con altre attività.

Composizione della PLV, valori medi aziendali in euro (Universo RICA)

 image028

Fonte: nostre elaborazioni su dati INEA, indagine RICA

Redditività di terra e lavoro

 image030

Fonte: nostre elaborazioni su dati INEA, indagine RICA

Dimensioni economiche medie aziendali per classi nel 2010 (Universo RICA)

 image032

Fonte: nostre elaborazioni su dati INEA, indagine RICA

Questa voce è stata pubblicata in costi, Indagine RICA, redditi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...