Consistenza zootecnica media aziendale nel 2010

Le attività zootecniche hanno subito un forte ridimensionamento secondo quanto emerge dai dati censuari del 2010, in particolare a causa della cessazione di molti piccoli allevamenti destinati spesso all’autoconsumo. Un indicatore che aiuta a quantificare la dimensione strutturale e produttiva degli allevamenti è la consistenza media misurata in UBA.

Dalla carta tematica emerge nettamente l’area più zootecnica d’Italia delle regioni padane, mentre in Liguria sono localizzati gli allevamenti di minori dimensioni medie.

ita.UBAALL#10

Le Marche con 31 capi UBA, si collocano al di sotto della media italiana, ma fanno parte del gruppo di regioni con un significativo orientamento zootecnico.

Statistiche riepilogative

Indicatore Valore Territorio
UBAAZI_10 31,1 Marche
Posizione 8 su 20 Marche
Media 37,6 Italia
Variabilità 79% Italia
Minimo 6,4 Liguria
Massimo 124,1 Lombardia

Riferimenti

  • Indicatore:   rapporto tra unità bovine adulte (UBA) e aziende con allevamenti 
  • Dati di base:   capi allevati per specie convertiti in UBA, aziende con allevamenti
  • Fonti:    ISTAT, Censimento generale agricoltura del 2010 e nostra elaborazione (UBA)

Per visualizzare gli articoli correlati selezionare le categorie evidenziate qui sotto.

Questa voce è stata pubblicata in Atlante rurale, Italia, strutture produttive e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...