Specializzazione biologica nel 2008

Lo sviluppo dell’agricoltura biologica nelle Marche è stato crescente ed ha portato la regione tra i primi posti in Italia in termini di operatori e superfici. Sono oltre 2000 gli operatori tra produttori e preparatori e la loro diffusione sul territorio è capillare.



La carta tematica riguarda la specializzazione comunale che tiene conto dell’incidenza relativa e non del numero assoluto degli operatori, ovvero nelle aree in cui il valore è superiore a 1 la quota di operatori biologici è superiore a quella media regionale.

E’ abbastanza evidente come il biologico assume una maggiore concentrazione relativa nella provincia di Ascoli e nelle aree interne del Fermano e del Maceratese. Altre aree sono localizzate attorno ad Urbino e a cavallo tra le province di Ancona e Macerata.

Statistiche riepilogative


Riferimenti

  • Indicatore:    rapporto tra le quote di operatori biologici sulle imprese agricole totali
  • Dati di base:    Produttori e trasformatori bio, imprese attive in agricoltura
  • Fonti:    Assam, Regione Marche

Per visualizzare gli articoli correlati selezionare le categorie evidenziate qui sotto.

 

Questa voce è stata pubblicata in Atlante rurale, Marche, strutture produttive e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...