Aziende agricole per OTE e UDE

La classificazione tipologica comunitaria per Orientamento tecnico economico (OTE) e Unità di dimensione economica (UDE) rappresenta un riferimento fondamentale per l’indagine RICA, in quanto su questa metodologia si basa la stratificazione del campione delle aziende rilevate.

La ripartizione delle aziende tramite questa classificazione consente anche di delineare un profilo strutturale sintetico dei sistemi agricoli regionali secondo il loro orientamento produttivo e dimensione economica media aziendale.

 

I grafici che seguono consentono di comparare la composizione del campione regionale con quello nazionale. Poiché i campioni sono disegnati dall’ISTAT sulla base dell’universo delle aziende superiori a 4 UDE, è possibile affermare che i profili strutturali che ne derivano possono essere considerati rappresentativi della base produttiva agricola al netto delle unità più piccole e meno professionalizzate.


L’OTE è una classificazione articolata su 4 livelli, nel grafico precedente è stato considerato solo il secondo (Principale) per mantenere la leggibilità e la comparabilità dei risultati.

La ripartizione percentuale delle aziende mette bene in evidenza il forte orientamento produttivo marchigiano verso le coltivazioni a seminativi, ma anche la categoria delle policolture risulta relativamente più elevata della media nazionale.

Viceversa l’ortofloricoltura, l’olivicoltura e la zootecnia bovina da latte e mista, sono nettamente inferiori alla percentuale nazionale.

In generale l’agricoltura marchigiana privilegia quelle attività che hanno un ciclo produttivo più breve e/o che non richiedono una elevata intensità di capitale e di manodopera. Si tratta di una caratteristica strutturale nota da tempo, che si è andata ulteriormente consolidando negli ultimi anni.


Una delle questioni più critiche dell’agricoltura è la bassa redditività aziendale. L’UDE rappresenta una misura della redditività potenziale in quanto basata sul utilizzo di medie regionali triennali dei redditi e non sui risultati di gestione effettivamente realizzati dalle singole aziende. Un UDE è pari a 1.200 euro/anno e tiene conto solo dei costi variabili di produzione al netto dei costi della manodopera (RLS, reddito lordo standard).

La comparazione tra la ripartizione regionale e nazionale indica una minore presenza nelle Marche di aziende di elevata dimensione economica, mentre è particolarmente rappresentata la classe tra 8 e 12 UDE ovvero tra 9.600 e 14.400 euro annui.

La categoria percentualmente più rilevante sia nelle Marche che in Italia è quella tra i 19.200 e i 48.000 euro, classe molto ampia considerando la realtà delle aziende agricole italiane.

 

Per un corretto utilizzo delle informazioni sopra riportate leggere le

Questa voce è stata pubblicata in Indagine RICA, strutture. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...